Black out (Fusione Fredda, Andrea Rossi....)

 

  By: antitrader on Venerdì 11 Ottobre 2013 23:49

"Non mi dica che dentro l'hot-Cat ci arrostisce ANCHE dei sanguinelli " Ecco, lo sapevo! Son partiti per fare una nuova sorgente di energia e si son ritrovati col barbecue atomico a fusione nucleare. Del resto lo si sa, le grandi scoperte avvengono quasi sempre per caso. Una cosa pero' lascia molto perplessi, i partecipanti a queste accese e dotte discussioni ad alta tecnologia hanno un'eta' (presumibile) intorno ai 60 anni (o giu' di li'). Se anche gli sperimentatori hanno la stessa eta' allora stiamo proprio freschi. Il declino (e la produttivita' praticamente nulla) della ricerca e' cominciato quando si e' voluto portare le gerarchie nei centri di ricerca, in pratica si mette a capo di un gruppo di ricercatori 20/30enni un pallone gonfiato vecchio e logoro che gli fa subito passare la voglia di cercare. "alla mia eta' devo coordinare il lavoro degli altri" tuonava la Montalcini. Sisi, e secondo lei un ricercatore geniale si lasciava coordinare! E cosi' siamo arrivati all'epoca di grandi progetti di ricerca che vengono sempre presentati a consuntivo come grandi successi, peccato che quasi sempre non han scoperto un c....! Ma rob de matt!

 

  By: Nevanlinna on Venerdì 11 Ottobre 2013 23:04

@Cures Idrogeno e "metalloidi" - soprattutto arsina e fosfina [in tracce minime tremendo puzzo di morto, se di più ... addio] - ma anche la bestia nera delle idrogenazioni: sotto i 200 centigradi sviluppo di nickel carbonile [ovviamente se il catalizzatore è su carbone]. Immagino la fiala di quarzo che si incrina, e i miasmi venefici che vengono sospinti dal calore nell'intero capannone. Scena da film dell'orrore. Poi si possono pensare cose più sofisticate, come seleniuro di cadmio o certi composti del bismuto. Comunque, se il Nostro portava la maschera era roba volatile [ma con le temperature in gioco è una constatazione che non serve a nulla], però ha voluto i filtri nel naso di quello con la maglietta da marinaretto del test Penon, cosa che prova il rischio di una dispersione solida [altra osservazione inutile - non vorrei comunque polvere di nickel nei polmoni, e si trattava di martellate]. La carica potrebbe essere ricavata dal miscuglio di paste diverse, ci sono catalizzatori bi- e tri-metallici ed elettrodi per celle a combustibile fatti proprio così, impasti non troppo delle palline in una matrice collosa, scaldi la caccola nell'alluminio per sinterizzarla e sei a posto. Maschera antigas solo per lui? Il pubblico pagava per l'emozione di assistere?

 

  By: LEN4-Eye on Venerdì 11 Ottobre 2013 21:07

 

  By: Rampa_di_lancio on Venerdì 11 Ottobre 2013 20:52

Vedo con piacere che si tende ad andare al sodo, anche se qui è divertente leggere pure le divagazioni. Ci ho provato anch'io ad avanzare un'ipotesi sull'Effetto Rossi. Ho scritto una decina di pagine in tutto a riguardo, ma prima di espormi al pubblico ludibrio, vorrei che qualche anima pietosa le leggesse, pregando solo di non divulgare, almeno per ora. Invierò lo scritto via mail ai "possibilisti" che me lo chiedono. Cestinare pure se dal caso...

 

  By: Cures on Venerdì 11 Ottobre 2013 20:46

Carica avvolta in una pallina di stagnola tutta spiegazzata come una caramellina già masticata e messa da parte

 

  By: Franco. on Venerdì 11 Ottobre 2013 20:18

Senza dubbio, ma le cosidette "polveri" dovranno pure essere state inglobate in qualcosa di compatto e legante (cioè che in qualche modo le tenga insieme) prima di essere caricate, per esempio un impasto...

 

  By: ptorr on Venerdì 11 Ottobre 2013 20:10

Mah, l'uso della maschera e l'effetto nella lingua e nel naso fanno pensare alla presenza di polveri nell'aria...

 

  By: Franco. on Venerdì 11 Ottobre 2013 19:34

La butto lì... impasti argillosi?

 

  By: Cures on Venerdì 11 Ottobre 2013 19:30

x Nevanlinna La sensazione è proprio quella (della carica, non dei sanguinelli..) Il Rossi indossava sempre la maschera

 

  By: Nevanlinna on Venerdì 11 Ottobre 2013 19:26

@Cures Non mi dica che dentro l'hot-Cat ci arrostisce ANCHE dei sanguinelli [Lactarius deliciosus]. Non ne mangio da anni, ma mi piacevano molto.

 

  By: Cures on Venerdì 11 Ottobre 2013 19:14

X Nevanlinna Le do una traccia gastronomica sulla carica. A tre metri di distanza si ha una forte sensazione di allappamento e la lingua s’impasta. Sapore polveroso. Avanti con le battute..

 

  By: PZT on Venerdì 11 Ottobre 2013 19:11

Nevalina ho usato qualche volta la fonditrice a induzione della Rigatti, mi pare siano falliti... Rispetto alla concorrenti credo fosse molto macchinosa e non fondesse il cr-co, di questo non sono certo

 

  By: Nevanlinna on Venerdì 11 Ottobre 2013 18:08

@Cures Il potassio tetrafluoroborato è un potente disossidante per saldatura. Mi chiedo se possa essere fornito anche da Danilo dell'Amore, Largo Brescia 1, Bologna. Ho controllato, la ditta ce l'ha in catalogo, è il disossidante tipo FSH1 secondo DIN 8511. "http://www.stella-welding.com/it/2012/05/brazing-powders-and-pastes/" "http://www.stella-welding.com/it/2012/05/fluxes/" Come vede, concettualmente siamo alle forniture per odontotecnici e al ditino bruciato. Però la cosa non è del tutto campata per aria, ci sono brevetti fusionisti che trattano l' eliminazione dei contaminanti superficiali del metallo, e nell'immagine di Melchior i bordi irregolari e argentati dei dischi di rame sanno tanto di brasatura o [forse] sono ribattuti su sé stessi.

 

  By: Nevanlinna on Venerdì 11 Ottobre 2013 12:27

@Cccp Mi permetta di suggerirle una possibilità intermedia, che è certa: QUALCUNO T****A. Se il pungolo e la concorrenza di Rossi sono i greci, Rossi può stare tranquillo.

 

  By: cccp on Venerdì 11 Ottobre 2013 11:22

Di questo cosa ne pensate? https://docs.google.com/file/d/0B_X3dbKt3jZORm5TSUF5ZUxKS0E/edit?usp=sharing Forse la concorrenza obbligherà i vari contendenti a scoprire le carte....... a meno che tutti non stiano t.......o