Black out (Fusione Fredda, Andrea Rossi....)

Re: Black out (Fusione Fredda, Andrea Rossi....)  

  By: AleD on Sabato 18 Maggio 2019 14:02

@lmwillys1: Tutti che replicano e si scaldano e si illuminano a gratis! Giustamente se lo tengono per loro altrimenti la pacchia finisice! Chiamali stupidi.

Re: Black out (Fusione Fredda, Andrea Rossi....)  

  By: lmwillys1 on Venerdì 17 Maggio 2019 23:43

caro MLG, anche lei è liberissimo di credere che ' Sono stati fatti molti tentativi da parte di gruppi indipendeti, sia universitari che privati e la stragrande maggioranza di essi ha speso milioni di dollari senza cavare un ragno dal buco ' citando wikipedia (molto pro Rossi notoriamente), quel fisico socio di Proia che riportavo dice che invece ci sono riusciti quasi tutti ... ' Dato che ci sono state tre generazioni di E-Cat, ci si potrebbe domandare quale sia il più facile da replicare. La risposta è assai semplice: dato che è già stato replicato con successo dal fisico Alexander Parkhomov e da altri fisici e ingegneri di mezzo mondo (Svezia, Cina, Russia, Stati Uniti, Italia, etc.) l’E-Cat più facile da replicare è quello di seconda generazione è l’Hot-Cat ' , https://www.esperimentanda.com/come-tentare-di-replicare-un-reattore-ecat-sk/

 

e anche F&P sono stati replicati dal MIT ... se non ci fosse stato Mallove a dirci che il MIT aveva replicato con successo (mentre pubblicamente dicevano al mondo il contrario) come poi hanno ammesso nel mondo esisterebbe ancora gente che crede che F&P avevano toppato (Mallove ovviamente è stato ammazzato di conseguenza) ... il gruppetto di Greenyer si chiama 'Martin Fleischmann Memorial Project' proprio perché vogliono la completa riabilitazione post mortem


 Last edited by: lmwillys1 on Sabato 18 Maggio 2019 00:06, edited 4 times in total.

Re: Black out (Fusione Fredda, Andrea Rossi....)  

  By: MLG on Venerdì 17 Maggio 2019 23:27

lmwillys1 wrote:
"la dimostrazione non è un problema tecnico , è un problema socio-politico-economico"

caro lmwillys1, lei e' liberissimo di credere che le ragioni del mancato riconoscimento del premio Nobel a Rossi siano da ricercarsi nello sporco lavoro che gli Illuminati fanno per garantire continuita' al brutale sistema capitalista, pero' l'incredibile progresso della nostra specie nell'ultimo mezzo millennio e' dovuto proprio al fatto che, al contrario di quanto da lei scritto, una dimostrazione scientifica e' solamente un fatto tecnico.

Percepisco il suo astio per l'ideologia liberista ed in parte concordo con lei riguardo alla urgente necessita' di una sua sostituzione, ma temo che tirare in ballo affascinanti quanto fantasiosi bestiari medievali non ci portera' molto lontano.

Mi stia bene,
MLG


 Last edited by: MLG on Venerdì 17 Maggio 2019 23:30, edited 1 time in total.

Re: Black out (Fusione Fredda, Andrea Rossi....)  

  By: MLG on Venerdì 17 Maggio 2019 23:15

dario67@ wrote:
"Potrebbe essere che Rossi anziché una fusione fredda abbia in mano un nuovo tipo di Fuel cell"

Caro dario67@,
il fatto e' che con i "potrebbe" non si va molto lontano, oppure si va lontanissimo a "veder il sole e l'altre stelle", ma questo genere di conoscenza e' stato soppiantato da ormai 4 secoli dalla metodo scientifico, che e' principalmente un protocollo per garantire la cosidetta "riproducibilita" dell'evento.

Non servirebbe a niente fare una dimostrazione spettacolare davanti ad una piazza composta da persone non esperte e in condizioni non specificate.
Quello che serve e' descrivere un certo esperimento specificando le condizioni e il processo e descrivendo i fenomeni osservati. La comunita' scientifica (compresi i privati) prova a replicare l'esperimento e se il fenomeno e' ripetibile si inizia ad elaborare una possibile spiegazione, sia alla luce delle conoscenze attuali (ivi compresi errori sistematici) sia introducendo altri paradigmi atti a spiegare il nuovo fenomeno.

Sono stati fatti molti tentativi da parte di gruppi indipendeti, sia universitari che privati e la stragrande maggioranza di essi ha speso milioni di dollari senza cavare un ragno dal buco, come puo' leggere lei stesso:

https://en.wikipedia.org/wiki/Energy_Catalyzer

Chi invece ne ha "ricavato" qualcosa e' stato sicuramente Rossi, che continuando un consolidato percorso di "invenzioni" al limite della truffa e' recentemente riuscito ad accordarsi con una societa' statunitense con la quale aveva stipulato un contratto per la commercializzazione del suo apparato (la quale societa' ha investito tre anni di ricerca non riuscendo a far produrre niente al mistco barattolo)

https://en.wikipedia.org/wiki/Andrea_Rossi_(entrepreneur)

Non sono un'esperto, cerco solamente di ragionare in base alle mie conoscenze e alla logica. Personalmente non credo che la LENR sia possibile, allo stato degli attuali modelli che adottiamo per descrivere la realta'. L''atomo e' fondamentalmente vuoto, una biglia molto densa circondata da una nube di elettroni distante 100 metri. Per far avvicinare due nuclei bisogna prima vincere la spaventosa resistenza coloumbiana che aumenta con l'inverso del quadrato della distanza, e in natura cio' avviene solamente con energie cinetiche di milioni di gradi. Inoltre, a causa della quantizzazine delle energie associate all'elettrone, qualsiasi conformazione degli orbitali non potra' mai fare avvicinare piu' di tanto i due nuclei.

Queste sono sostanzialmente le principali obiezioni ai risultati (anch'essi non riproducibili) dell'esperimento di Pons e Fleischmann (che almeno erano serissimi scienziati e non millantatori seriali):

https://en.wikipedia.org/wiki/Cold_fusion#Criticism

Comunque, come diceva Plutarco "la conoscenza delle cose della natura non è mai la fine, ma semmai l'inizio del viaggio verso le cose prime e piú alte".
Quindi, caro dario67@, non disperi: la nostra comprensione delle interazioni tra particelle subatomiche magari un giorno ci portera' a realizzare il suo sogno.
Se e quando cio' avverra', non sara comunque con un barilotto misterioso che sputa aria fritta.

Mi stia bene,
MLG
 


 Last edited by: MLG on Venerdì 17 Maggio 2019 23:29, edited 2 times in total.

Re: Black out (Fusione Fredda, Andrea Rossi....)  

  By: lmwillys1 on Venerdì 17 Maggio 2019 22:12

il video rifunge, nessun orologione però

 

Sergé, che ci vuoi fare, sò sfigato, nessuno riesce a fare una dimostrazione come si deve, si preparano per mesi se non anni, studiano, si attrezzano, si strumentano, si videano, ecc. ecc. ... ma MAI uno che riesca a fare una dimostrazione come si deve

 

.... ma come sai io sono ottimista, inguaribilmente ottimista

:-)


 Last edited by: lmwillys1 on Venerdì 17 Maggio 2019 22:13, edited 1 time in total.

Re: Black out (Fusione Fredda, Andrea Rossi....)  

  By: shera on Venerdì 17 Maggio 2019 21:18

tra le tante soluzioni c'è una dimostrazione (live pubblica come chiedi) di quel coso che coi magneti fa corrente, hanno subito detto che era un loop e quindi stanno facendo modifiche al video per evitare simili contestazioni, Greenyer dei MFMP ha chiesto un orologio a led enorme alimentatto a batteria sopra la macchina e la chat aperta, è in corso da oltre due giorni, http://earthenginelive.com/

 

Re: Black out (Fusione Fredda, Andrea Rossi....)  

  By: Sergente on Venerdì 17 Maggio 2019 20:40

@Whillis

Ohhhh! Ha perfettamente centrato la questione.

Chi riesce a dimostrare che non abbiamo bisogno dei padroni dell' energia, inevitabilmente ci lascia le penne https://informarexresistere.fr/linventore-dellautomobile-ad-acqua-muore-in-un-ristorante-le-ultime-parole-mi-hanno-avvelenato/

Fa bene Quinlan a tirare in lungo con questo decennale gioco (quasi erotico) del vedo non vedo, c'è ma non c'è, lo vendo non lo vendo, funziona non funziona ecc...    Può andare avanti ancora altri 20 anni in questo modo senza rischiare la parrucca. E magari nel frattempo si compra un altra manata di apartaments a Miami :) 

P.S. E che bimbi malati di cancer che se lo tengano

P.P.S E che il capitalismo che duri ancora un altro paio o tre di secoli 

P.P.P.S. E che l'inquinamento da fossili ecc.. ecc...  

P.P.P.P.S Ho esagerato? (Scherzavo !!!! )

 

 


 Last edited by: Sergente on Venerdì 17 Maggio 2019 20:48, edited 1 time in total.

Re: Black out (Fusione Fredda, Andrea Rossi....)  

  By: lmwillys1 on Venerdì 17 Maggio 2019 16:30

la dimostrazione non è un problema tecnico , è un problema socio-politico-economico

fare una dimostrazione pubblica del micio che funziona con microquantità di elementi tra i più diffusi e meno costosi della Terra equivale ad estinguere il capitalismo

oggettivamente può essere un problema

non è un problema solo per Rossi, esistono sicuramente tantissime soluzioni valide per eliminare del tutto le fossili e di conseguenza il capitalismo

tra le tante soluzioni c'è una dimostrazione (live pubblica come chiedi) di quel coso che coi magneti fa corrente, hanno subito detto che era un loop e quindi stanno facendo modifiche al video per evitare simili contestazioni, Greenyer dei MFMP ha chiesto un orologio a led enorme alimentatto a batteria sopra la macchina e la chat aperta, è in corso da oltre due giorni, http://earthenginelive.com/

 

il problema comunque rimane ... se questi riescono a dimostrare pubblicamente e inequivocabilmente che si puù produrre energia praticamente senza consumare riusciranno poi a rimanere vivi ?


 Last edited by: lmwillys1 on Venerdì 17 Maggio 2019 16:34, edited 1 time in total.

Re: Black out (Fusione Fredda, Andrea Rossi....)  

  By: dario67@ on Venerdì 17 Maggio 2019 13:39

@Inwillys, grazie per la segnalazione.

Ma quanto bisognerà pazientare ancora per avere una semplice magari anche plateale

dimostrazione di funzionamento senza tanti misuratori giusti o sbagliati che siano.

Una semplice dimostrazione di produzione di energia, magari in mezzo ad una piazza.

 

Re: Black out (Fusione Fredda, Andrea Rossi....)  

  By: lmwillys1 on Venerdì 17 Maggio 2019 10:57

ha letto i 3 articoli su esperimentanda del fisico ex socio di Proia ?

inizia con https://www.esperimentanda.com/e-cat-sk-nel-cuore-del-reattore-delle-meraviglie-lenr/ , gli altri in fondo alla pagina

Re: Black out (Fusione Fredda, Andrea Rossi....)  

  By: dario67@ on Venerdì 17 Maggio 2019 10:43

Egregio MLG, grazie per la risposta, approfittando della sua disponibilità le chiedo quello che

domandai quando mi presentai la prima volta .

Potrebbe essere che Rossi anziché una fusione fredda abbia in mano un nuovo tipo di Fuel cell ? 

Magari con idrogeno, o meglio ancora, deuterio, che combinato con il litio dopo un innesco di carica

mi dia una semplice corrente di scarica di questa nova batteria ?

Chiedo anche : possibile che tanti rinomati scienziati e fisici ( i nomi sono nel mio primo intervento)

abbiano preso un simile abbaglio per le LENR, scambiando magari semplici correnti galvaniche per

fusione nucleare ?

Aggiungo che seguo con entusiasmo la fusione fredda fin dagli inizi nel 1989, ma sinceramente

ora non so proprio più cosa pensare. Trent'anni di sola illusione?

Rimane solo la fusione nucleare a caldo ?

 

 

Re: Black out (Fusione Fredda, Andrea Rossi....)  

  By: lmwillys1 on Venerdì 17 Maggio 2019 00:20

secoli fa non si sapeva nulla 

 

------

 

mah MLG, guardati gli ultimi 5 minuti 

 

Re: Black out (Fusione Fredda, Andrea Rossi....)  

  By: MLG on Giovedì 16 Maggio 2019 23:41

dario67@ wrote:
"Quando mi ero inserito in questo forum pensavo si discutesse sulle LENR con una certa cognizione e conoscenza scientifica"

Gentile dario67@ (dal suo nick deduco che siamo coetanei),
Non si crucci, come rilevava giustamente lmwillys1, sono gli aspetti economici (e magari le dinamiche sociali) della vicenda che interessano i piu' acuti frequentatori di questo Topic del Forum. Le opinioni (e a volte palesi millanterie) riportate sono marginali.
Quando scrivevo piu' assiduamente avevo provato a far riflettere su certe incongruenze macroscopiche (non sono un esperto di LERN ma ho studiato ingegneria nucleare e le cose piu' essenziali le capisco), come l'assenza di flussi di neutroni, ma totale assenza di radiazione gamma e le anomale quantita' e composizioni isotopiche dei residui di reazione.
Eppure sono stato attaccato anche da persone che, le assicuro, avevano dimostrato una profondita' davvero notevole nell'elaborazione di discorsi di economia.

Il fatto e' che le persone hanno bisogno di credere in qualcosa (una nuova ideologia, il ritorno di un dio, la fusione fredda scoperta da Rossi da molti anni e "gia' in produzione commerciale")​. E questo lo sa bene anche Rossi!
Basta leggere la sua biografia su wikipedia per capire il personaggio (almeno Pons e Fleischmann negavano l'evidenza per ostinazione scientifica e magari vergogna, insomma, qualcosa che puo' capitare a chi fa lo scienziato vero)

Anzi, e' ineressante osservare come ogni argomantazione scientifica possa essere confutata da un mix di ingenuita' e fede in ogni notizia riportata. C'e' gente che sa discutere con cognizione di grafici finanziari complessi, ma se mostri due disegni di ingegneria e tiri fuori il nickel e l'idrogeno puoi far credere loro che la luna e' fatta di formaggio.

Pazienza, e' il nostro tempo: secoli fa non si sapeva nulla perche' le informazioni non erano disponibili, ora lo sono, disseminate in un mare di "corbellerie".

Mi stia bene.
MLG


 Last edited by: MLG on Giovedì 16 Maggio 2019 23:43, edited 1 time in total.

Re: Black out (Fusione Fredda, Andrea Rossi....)  

  By: lmwillys1 on Giovedì 09 Maggio 2019 12:00

questo è un forum economico-finanziario, non è certo il luogo migliore in cui trovare fisici di fama mondiale, qui dovrebbero interessare maggiormente gli aspetti economico-finanziari della vicenda LENR e più in generale di qualsiasi vicenda 'energetica' inaspettata o meno sconvolgente o meno che sia

 

il passato di frequentatori esperti di fisica (a mio parere in primis Melchior poi Camillo Nevanlinna e Giancarlone) è tramontato


 Last edited by: lmwillys1 on Giovedì 09 Maggio 2019 12:03, edited 1 time in total.

Re: Black out (Fusione Fredda, Andrea Rossi....)  

  By: dario67@ on Giovedì 09 Maggio 2019 10:47

Mi rivolgo al moderatore.

Quando mi ero inserito in questo forum pensavo si discutesse sulle LENR con una certa cognizione e conoscenza

scientifica. Tanto è vero che avevo posto come premessa la mia ignoranza in fisica nucleare, essendo come cultura

di base io semplicemente un geologo. 

Certo è che se si dà spazio a terrapiattisti ed alchimisti, se è per scherzare un po', mi può anche andar bene, ma

se è per convinzione.... beh signori : un saluto a tutti !

La storia poi del trottolone....ahahahah