W l'Italia...l'Italia che lavora (De Gregori)

 

  By: GZ on Lunedì 14 Gennaio 2013 11:33

certo che può Nixon nel 1971 sganciò il dollaro dall'Oro azzerando gli impegni presi dall'America ecc.. gli esempi sono infiniti, uno stato sovrano fa quello che vuole

 

  By: antitrader on Lunedì 14 Gennaio 2013 11:26

L'ignoranza, sommata a una profonda disonesta' intellettuale, sono un mix micidiale che ha contribuito a fare dell'Italia il paese piu' cialtrone del mondo. Un governo quando si installa non puo' azzerare tutti gli impegni (sopratutto quelli con l'estero) presi dai suoi predecessori. Dire che il fiscal compact l'ha fatto monti solo perche' la ratifica e' avvenuto sotto il suo governo e' come dire che il porcellum e' opera di monti solo perche' sotto il suo governo non e' stato eliminato. Le cose o te le ricordi (che e' sicuramente la cosa migliare) oppure le vai a leggere, non le dai per scontate perche' magari le hai sentite da salvini e maroni oppure da quagliariello e gasparri. Il cavaliere, quando andava all'estero, tornava sempre con dei pacchi pazzeschi, a lui non gliene frega niente dei danni che fa al paese, gli interessa solo compiacere l'interlocutore cosciente com'e' della sua nullita' contrattuale. ^....Neanche a dirlo, è stato l’ultimo governo Berlusconi ad impegnarsi (tanto non gli costava niente, e da tempo ormai quello promette qualunque cosa a chiunque purché di fare gli interessi suoi!) a raggiungere il pareggio di bilancio per il 2013, con un anno di anticipo rispetto al previsto…#http://straniero.ilcannocchiale.it/2012/12/15/limbroglio_del_fiscal_compact.html^

 

  By: lmwillys on Lunedì 14 Gennaio 2013 11:01

AndreaDM ... no queste sono erezioni importanti ... direi esagerando ma più correttamente 'epocali'

 

  By: AndreaDM on Lunedì 14 Gennaio 2013 10:44

non votare e sbattersene va bene lo stesso?

 

  By: Gano* on Lunedì 14 Gennaio 2013 10:03

> LA SINISTRA SI E' SUICIDATA SULL'EURO. Sicuramente. E Bersani ha il terrore di fare il confronto con Berlusconi proprio per il rischio di doverne parlare. La Lega ha anche un programma molto interessante, quando Maroni dice che ^"con Roberto Cota, Luca Zaia e, se vuole, Renzo Tondo, costituiremo un nuovo soggetto istituzionale di rappresentanza dell’Euroregione che si batterà con Roma in tutte le circostanze in cui occorrerà farlo». (...) «La forza delle tre Regioni riunite in un'unico soggetto sarebbe tale da dettare comunque le sue condizioni. Del resto, è la stessa Unione europea che promuove l'aggregazione tra Regioni, magari anche transfrontaliere. Noi siamo molto più europeisti di tanti professoroni italiani».#http://www.corriere.it/politica/13_gennaio_13/berlisconi-simbolo-centrodestra_9800adee-5d6b-11e2-8540-81ed61eeac0a.shtml^ Pare si vada finalmente verso le macroregioni.

 

  By: lmwillys on Lunedì 14 Gennaio 2013 10:00

votare il M5S o la lega ... beh, escludendo ovviamente la lega ... benvenuto fratello GZ :-)

 

  By: Fr@ncesco on Lunedì 14 Gennaio 2013 08:23

[Gano] Ma forse allora è meglio votare Berlusconi, così rendi impossibile la formazione di un governo Monti/Bersani/Goldman & Sachs e li costringi alla Grande Coalizione e a mettere finalmente mano a delle vere riforme e alle modifiche della Costituzione. -------- Gano, quello che è successo davvero lo ha involontariamente spiegato (involontariamente - ci tengo a precisarlo - perché lo ha fatto mentre stava criticando Berlusconi) questo laido e viscido ciccio b@st@rdo figlio di senatore comunista: -------- http://www.ilgiornale.it/news/interni/presto-festeggiare-874322.html [Giuliano Ferrara] Tre giorni dopo, a Villa Gernetto... tutto fu letteralmente capovolto. Berlusconi «resuscitò», si smentì e disse: resto, non mi candido ma quasi quasi, e comunque c'è stato un golpe contro di me, l'Italia è stata quasi affondata dai tecnici, datemi il 51 per cento, e poi votate il Pd piuttosto che Monti, Casini e Fini sono orrendi (su questo magari è difficile non concordare appieno), viva l'economista keynesiano Paul Krugman, tutto il potere a Mario Draghi per battere moneta e sostenere gli Stati indebitati in euro, oppure fancvlo l'euro o giù di lì. -------- Detto in altri termini, Berlusconi ha fatto segretamente venire a casa sua Krugman e Stiglitz, due premi Nobel di scuola keynesiana, per spiegargli cosa stava accadendo. Questi due Nobel - e questo lo so per certo - quando devono parlare pubblicamente dicono una cosa, ma in privato sono molto più barricaderi e vicini alle posizioni di uno come Warren Mosler di quanto si possa pensare. Per cui il problema di Berlusconi è - tra gli altri - che metà del suo elettorato è pro€uro e metà è anti€uro, e questo limita la sua capacità di manovra... ma lui capisce perfettamente e sa tutto di quello che sta accadendo... A questo proposito non posso che dare ragione a Bagnai quando egli afferma che: LA SINISTRA SI E' SUICIDATA SULL'EURO. Leggendo in questi giorni i vari LaRepubblica, L'Unità, etc si nota come a sinistra siano tutti incavolati con Santoro per avere invitato Berlusconi, e sono particolarmente inviperiti per avergli permesso di interloquire con l'imprenditrice veneta che era contro l'euro. E a mio avviso ciò avviene perché questa gente si è indispettita perché sa che se i cittadini avessero davvero la possibilità di essere informati, se qualcuno spiegasse sul serio la truffa dell'euro, i primi a venire fatti fuori sarebbero proprio gli esponenti di questa classe di potere che più si sono spesi a favore dell'euro... ------- [Eugenio Scalfari] ^Santoro gli ha poi fatto un "assist" prezioso facendo apparire in video un'imprenditrice bergamasca che invocava il ritorno alla lira per poter pagare i suoi debiti alle banche. Berlusconi ha raccolto la palla e l'ha spedita in rete concordando con la signora sulla intollerabilità dei sacrifici ma correggendone la terapia: non tornare alla lira ma imporre all'Europa una politica keynesiana. "Perciò votatemi, solo io potrò ottenere questo piegando la volontà della Merkel, ma debbo avere tutti i voti, un potere assoluto e una Repubblica presidenziale". Una sola regia ha guidato lo spettacolo e le regole di ingaggio concordate: erano due populismi che s'incontravano e si sorreggevano a vicenda, uno di estrema destra, l'altro di estrema sinistra. Due populismi con la stessa patacca da rifilare a chi li segue con innocente e credulona ingenuità. Non sono certo i soli i populismi di Berlusconi e di Santoro-Travaglio. C'è Grillo che vuole sbaraccare partiti e istituzioni instaurando una Repubblica referendaria e uscendo dall'euro e dall'Europa; c'è Ingroia che apre a Grillo ma intanto recluta i suoi dissidenti nella sua lista, si allea con Di Pietro e propone una Repubblica guidata dai magistrati; c'è la Lega che vuole la secessione della multiregione Lombardia-Veneto-Piemonte, che trattenga sul territorio tutte le imposte pagate dai residenti più la quota pro capite degli interessi che ci costa il debito pubblico.#http://www.repubblica.it/politica/2013/01/13/news/buffalo_bill_toro_seduto_e_l_arbitro_al_quirinale-50425370/^ ------- [Francesco Merlo] ^Il momento più alto di questa complicità politica, a conferma che il populismo è uno solo, Michele Santoro l'ha raggiunto con una zampata da vecchio frequentatore di assemblee. Ha infatti scavalcato Berlusconi concedendo circa venti minuti ad una efficacissima imprenditrice del Nord che si è esibita nel peggiore repertorio populista contro l'Europa e contro l'euro, una rabbia sociale da berlusconiana delusa che inutilmente Paolo Del Debbio, l'aspirante Santoro di Mediaset, cerca da un'intera stagione frugando tra i cattivi umori dei mercati a caccia del cittadino medio. E infatti mentre questa signora, Francesca Salvador, parlava, Berlusconi annuiva, la assecondava e la rincuorava: "La signora ha ragione ed esprime lo stato d'animo degli imprenditori del Nord". Lei gli rimproverava di averli abbandonati buttandoli tra le fauci di Mario Monti e Berlusconi la sondava e con lo sguardo esperto di chi fa casting la riconosceva come una sua pecorella smarrita. Mai vista una propaganda demagogica così ben confezionata.#http://www.repubblica.it/politica/2013/01/12/news/arena_televisiva-50364829/^

 

  By: Bullfin on Lunedì 14 Gennaio 2013 03:15

ECCO come pensavo, vi è chi affronta la vecchiaia con lucidità mentale ottima o buona (Oscar), vi è chi ha estremo bisogno di Cumadin per fluidificare il sangue perchè vada in alto piu' facilmente e non crei ischemie varie. CURIOSITA' MIA COME SI FA A DIRE IL 2 MARZO 2012 BERLUSCONI E TREMONTI SONO....SONO DE CHE....IN MARZO 2012 SIA IL CAPO DEL GOVERNO CHE IL MINISTRO DELL'ECONOMIA ERANO M O N T I...ma rob de mat...e allora capisco perchè uno ossessionatamente dice sempre le solite cazzate senza uno straccio di numeri dati e date da fonti CERTE E UFFICIALI (OCSE, BI, BCE, ETC.) SE UNO VA IN SITI IN CUI SI DICE CHE BERLUSCA AL GOVERNO IL 2 MARZO 2012 FIRMA......??????!!!?????!!!!?.... DEFIL, occhio che Ingroia è ancora una mina vagante, una volta dice che è contro l'Euro e un'altra (forse Ballaro' non mi ricordo piu') dice che sono europeisti....bisogna approfondire...comunque ben vengano tutti quelli che sono contro l'euro. Punto.

FULTRA 10 MARZO 2020: Qui sotto la fotocopia dal vero "cialtrone medio italico" : Antitrader. Fatene una copia del pensiero per i posteri e quando tra 50 anni vorranno capire perchè l' talia sia finita miseramente

 

  By: defilstrok on Lunedì 14 Gennaio 2013 01:23

GZ: "In questa elezione a differenza delle altre ci sarebbe una grossa posta in gioco, cioè rovesciare l'austerità prima che strangoli l'economia italiana. "Come minimo minimo bisognerebbe fare propaganda per i partiti e candidati che dimostrano di essere contro l'austerità e in particolare contro il "Trattato sulla stabilita’, sul coordinamento e sulla governance nell’Ue", meglio conosciuto come "Fiscal Compact" o Patto di Stabilità Fiscale "Il "Fiscal Compact" impegna l'Italia a ridurre dall'anno prossimo a zero il deficit dello stato, quando in Giappone, Inghilterra, Stati Uniti il deficit rimane sopra l'8% del PIL annuo e sostiene in questo modo l'economia e quando ad es. persino in Francia ha deficit pubblici sul 4-5% del PIL. Non solo, in aggiunta impone all'Italia di ridurre dal 120% al 60% del PIL il debito pubblico in 20 anni, quindi ad ad avere avanzi di bilancio per 20 anni, ogni anno lo stato dovrà poi sempre incassare più di quello che spende! .............................................................. Bisognerebbe farne un manifesto da far circolare. E' vero. Ed è anche per questo che sono affascinato dal Manifesto di Rivoluzione Civile (strano che GZ dica che non se ne occupano affatto!) che ha messo l'abolizione del Fiscal Compact al primo posto nel suo manifesto. Ma votare Lega ha senso solo e soltanto se si vuol dare a Tremonti un'ultima chance (il suo movimento 3L è condivisibile in molti punti, ma il suo passato politico getta più ombre che luci). E il M5S non prende neppure in considerazione l'argomento. In ogni caso il Fiscal Compact è veramente il numero uno dei problemi, come illustrato molto bene da Messora nel grafico qua sotto:

 

  By: antitrader on Lunedì 14 Gennaio 2013 01:00

Questo riporta anche le date precise: ...Il 2 marzo 2012, il governo Berlusconi, nelle persone dell’allora Presidente del consiglio e del ministro dell’Economia Tremonti, contrattò a Bruxelles con gli altri Capi di governo dell’Unione Europea, l’adozione del Fiscal campact, – noto anche come Patto di bilancio – ^OBBLIGANDOSI A FARLO APPROVARE AL PARLAMENTO ITALIANO, AD INSERIRLO NELLA COSTITUZIONE E AD ACCETTARE GLI STRETTISSIMI VINCOLI...#http://www.cronachelametine.it/?p=3357^ Ecco, in questo modo sara' anche piu' professionale ma la sostanza non cambia: affermare che il fiscal compact lo ha fatto Monti e' un'informazione errata, Monti (che di porcherie SUE ne ha fatte tante) in questo caso ha solo portato in parlamento quello che i suoi predecessori avevano concordato. Che poi sia una boiata pazzesca siamo tutti d'accordo ma gli autori del misfatto devono restare ben individuabili altrimenti in questo paese nessuno e' mai responsabile di niente! Ciao ragazzi!

 

  By: antitrader on Lunedì 14 Gennaio 2013 00:31

Monti si e' trovata la pappa bella e pronta cucinata dal cavaliere e dal maghetto tramite i loro consueti imbrogli ai danni dei cittadini. Io le cose me le ricordo (nonostante la ormai veneranda eta'), ma se preferisci c'e' un documentazione infinita su google. Prendo qualcosa a caso: ^...Questa geniale operazione è stata iniziata dal governo Berlusconi, senza dire nulla al paese, lasciando intendere ai partner europei (Germania in testa) che l’Italia era pronta. Tremonti affermò che l’Italia era tranquilla perché si sarebbe tenuto conto del debito privato che in Italia è minore degli altri paesi europei paragonabili. Tremonti dimenticò di spiegare cosa valesse in concreto questo temperamento, mentre il consesso europeo gli attribuiva così poca importanza che ha cercato di dimenticarselo nel testo del Fiscal Compact. Monti ha recuperato un richiamo a quel temperamento. Meglio di nulla. Troppo poco per capire se anziché 45 miliardi saranno 40 o 35 all’anno...#http://www.paneacqua.info/2012/07/il-parlamento-approva-fiscal-compact-e-esm-ma-lo-spread-non-scende/^

 

  By: GZ on Lunedì 14 Gennaio 2013 00:16

perchè scrivi di cose di cui non sai niente e di cui parli per sentito dire ? il Fiscal Compact è stato ratificato dal governo Monti a marzo 2012 ed è stato votato a luglio 2012 e dicembre 2012. Esistono i fatti e poi le opinioni. Tu hai solo delle opinioni e mai dei fatti il che rende la lettura dei tuoi post una perdita di tempo. Prova ad inserire numeri, dati, nomi, luoghi e date e indicare i riferimenti, ci impiegherai più tempo a scrivere un post ma almeno serviranno a qualcosa

 

  By: antitrader on Lunedì 14 Gennaio 2013 00:04

Il fiscal compact, cosi' come il pareggio di bilancio furono in gran parte negoziati proprio da tremonti il quale adesso si mette ad atteggiarsi a mo' di verginella (sfondata). Tralasciando i leghisti che non sanno manco cosa votavano in mezzo ai ragli ventennali sul federalismo (a proposito, che fine ha fatto?), roma ladrona e i bot della Tanzania qual'e' il pensiero attuale del maghetto di Sondrio? Sentendolo in questo periodo di campagna elettorale ti viene in mente il solito imbroglioncello che tenta di venderti la sua proposta politica (con solito pacco incorporato) in cui si narra di abbassare le tasse e tutti i ferri vecchi con cui han sempre vinto le elezioni. E' incredibile come ci possa essere anche un solo elettore talmente idiota da essere disposto ancora ad ascoltarlo. Il pareggio di bilancio fu completamente opera sua (Monti l'ha solo anticipato di un anno) e il fiscal compact fu comunque accettato da lui e anche attualmente non e' contrario e ti viene a raccontare con fare da bricconcello qual'e' che lui vuole il fiscal compact "sotto eurobonds" il che e' come dire dire: "ti compro il box se mi regali il bilocale". Ultimamente e' sempre piu' patetico e ha ritirato fuori perfino i mostri del videogioco, in una classifica fatta da un giornale inglese tra i ministri delle finanze dell'eurozona arrivo' PENULTIMO! Occupazione consigliata: raccolta funghi su per le montagne della valtellina. Basta perdere tempo con simili individui, il messaggio da trasmettere a blog unificati e' che ne abbiamo le palle piene di ritrovare in parlamento cicchitto, schifani, tremonti, capezzone, quagliariello, buonaiuti, bondi, santache', casini, calderoli, bossi, reguzzoni, maroni, formigoni, gasparri, larussa e le sue squadracce fasciste. Se si vuole uscire dall'europa c'e' solo Ingroia e (forse) Grillo, gli altri son tutti tornati moggi moggi a succhiare la pompetta (storace compreso).

 

  By: Gano* on Domenica 13 Gennaio 2013 23:33

Della Lega si potrà dire qualsiasi cosa, ma tra tutti i raggruppamenti politici presenti in parlamento loro sono stati GLI UNICI A VOTARE CONTRO IL FISCAL COMPACT. -------------------------------------------------------------------------------------------- E' vero. Ma forse allora è meglio votare Berlusconi, così rendi impossibile la formazione di un governo Monti/Bersani/Goldman & Sachs e li costringi alla Grande Coalizione e a mettere finalmente mano a delle vere riforme e alle modifiche della Costituzione. Tu Anti che ne pensi?

 

  By: Fr@ncesco on Domenica 13 Gennaio 2013 23:21

Della Lega si potrà dire qualsiasi cosa, ma tra tutti i raggruppamenti politici presenti in parlamento loro sono stati GLI UNICI A VOTARE CONTRO IL FISCAL COMPACT.